Qual è la situazione della Vostra Azienda?

Questa settimana vogliamo mettere a Vs. disposizione un utile ed immediato strumento operativo che Vi permetta di effettuare una rapida autovalutazione in merito alla Vs. situazione, con riferimento agli adempimenti previsti dal D.Lgs. 81/2008 ed s.m.i..

Sarà sufficiente rispondere a n° 20 domande per effettuare un primo screening ed evidenziare quindi possibili tematiche che richiedano un maggior approfondimento ed eventuali carenze su cui intervenire.

ADEMPIMENTO – IN ESSERE SI/NO
1 Identificare il Datore di Lavoro (DL) tra i titolari e incaricarlo con lettera scritta.
2 Identificare il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP).
3 Corso di formazione del RSPP o del datore di lavoro che ne ricopre il ruolo (DLSPP) e suo aggiornamento quinquennale.
4 Documento di valutazione dei rischi (DVR). Dalla valutazione si desume se è necessaria la sorveglianza sanitaria, che è di solito necessaria.
5 Nominare un medico competente.
6 Visite mediche periodiche.
7 Valutazione dei rischi per le lavoratrici madri o in stato di gravidanza.
8 Valutazione del rischio stress lavoro correlato.
9 Corsi per i lavoratori di formazione generale e specifica della durata complessiva di 8-16 ore e relativi corsi di aggiornamento quinquennali di 6 ore.
10 Elezione Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS).
11 Nominare gli addetti della squadra antincendio.
12 Corsi di formazione degli addetti della squadra antincendio e aggiornamento triennale.
13 Nominare gli addetti della squadra di primo soccorso.
14 Corsi di formazione degli addetti della squadra di primo soccorso e aggiornamento triennale.
15 Piano di emergenza ed evacuazione (PEE).
16 Segnaletica indicante le vie di fuga.
17 Estintori.
18 Cassetta di primo soccorso.
19 Documento unico di valutazione dei rischi da interferenze (DUVRI).
20 Verificare impianti e attrezzature.

Si ricorda che è molto importante, oltreché obbligo di legge, provvedere agli adempimenti periodici previsti dalla normativa sopracitata.

In caso di inadempienza si può incorrere sia in sanzioni amministrative che in sanzioni penali che possono prevedere anche l’arresto o la sospensione delle attività, in caso di gravi e reiterate violazioni in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro, tra cui rientrano anche, a titolo di esempio, la mancata formazione dei lavoratori o la mancata nomina del RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione).

I 20 punti indicati rappresentano gli aspetti principali che assolutamente non possono essere trascurati, ma ad essi dovrà essere affiancata un’analisi specifica per ogni singola Azienda.

CSIA e tutto il suo Staff sono a completa disposizione per supportarVi nell’analisi della Vs. situazione specifica al fine di pianificare un programma di miglioramento ed intervento volto a colmare eventuali gap riscontrati.