Il Ministero della Salute con una delle ultime circolari emesse, quella del 30/12/2021, modifica le modalità di quarantena ed isolamento, che grazie anche al richiamo vaccinale della dose booster risultano essere ulteriormente aggiornate.

Quarantena:

La quarantena risulta essere diversificata in base al contatto che si è avuto con il caso indice positivo. Troveremo quindi una quarantena da contatto stretto ad ALTO RISCHIO ed una quarantena da contatto a BASSO RISCHIO. Infine la tipologia di quarantena è diversificata dallo stato vaccinale della persona.

In caso di ALTO RISCHIO:

  1. Soggetti non vaccinati, soggetti che non hanno completato il ciclo vaccinale primario (1° dose + 2° dose), o che abbiano completato il ciclo vaccinale da meno di 14 giorni: rimane inalterata la misura della quarantena di 10 giorni dall’ultima esposizione al caso indica positivo. Al termine del periodo dovrà essere eseguito un test molecolare o antigenico con esito negativo.
  2. Soggetti che hanno completato il ciclo vaccinale primario da più di 120 giorni, con Green Pass in corso di validità: se asintomatici, la misura della quarantena è di 5 giorni. Al termine del periodo dovrà essere eseguito un test molecolare o antigenico con esito negativo.
  3. Soggetti che hanno ricevuto dose booster, hanno completato il ciclo vaccinale primario nei 120 giorni precedenti, sono guariti da infezione da SARS-CoV-2 nei 120 giorni precedenti: se asintomatici, non si applica quarantena, è obbligatorio indossare DPI delle vie respiratorie di tipo FFP2 per almeno 10 giorni dall’ultima esposizione del caso indice positivo. Periodo di Auto-sorveglianza di 5 giorni.

In caso di sintomi è prevista l’effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare alla prima comparsa di sintomi, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto con soggetti confermati positivi al COVID-19.

  1. Operatori sanitari: devono eseguire tamponi su base giornaliera fino al quinto giorno dall’ultimo contatto con un soggetto contagiato.

In caso di contatti a BASSO RISCHIO, qualora abbiano indossato sempre le mascherine chirurgiche o FFP2 non è necessaria la quarantena, ma dovranno essere mantenute le precauzioni igienico-sanitarie. Se non è stato possibile garantire l’uso della mascherina i contatti dovranno sottostare a sorveglianza passiva.

Isolamento:  

Per quanto riguarda l’isolamento anche quest’ultimo è diversificato in base allo stato vaccinale della persona. Per i soggetti contagiati, che abbiano ricevuto la dose booster o che abbiano completato il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni, l’isolamento può essere ridotto da 10 a 7 giorni, purché i medesimi siano stati sempre asintomatici, o risultino asintomatici da almeno 3 giorni, dovrà essere eseguito sempre un test molecolare o antigenico con esito negativo.

Qui il link alla Circolare Ministeriale.

Per approfondimenti e/o chiarimenti in merito:

CSIA S.r.l. – Sicurezza sul Lavoro – Torino