Come da incontri tenuti ai Ministeri del Lavoro e della Salute sul tema salute e sicurezza negli ambienti di lavoro, in questa fase pandemica da SARS-CoV-2, non si è proceduto alla revisione del Protocollo Condiviso, pertanto, resta valida la versione del 30 giugno 2022.

Permangono le seguenti indicazioni:

  • resta rimessa al Datore di Lavoro la scelta di protrarre o meno l’applicazione del Protocollo, ovvero di procedere ad eventuali aggiornamenti richiesti dalle specifiche condizioni aziendali o dall’andamento della pandemia;
  • per le Aziende, le linee guida elaborate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome sono in vigore fino al 31 dicembre;
  • l’obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie nelle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali rimane valido fino al 31/12/2022;
  • per la gestione di casi positivi e contatti stretti, valgono le indicazioni della circolare del Ministero della Salute del 31 agosto. E’ confermata l’applicazione della disciplina che prevede il rientro al lavoro dei lavoratori sottoposti all’isolamento da CoViD previa effettuazione di un tampone molecolare o antigenico con esito negativo.

Il Ministero della Salute ribadisce inoltre la necessità di continuare ad adottare le misure comportamentali individuali e collettive previste e/o raccomandate: uso della mascherina, aereazione dei locali, igiene delle mani e particolare attenzione alle situazioni di assembramento.

Per approfondimenti e/o chiarimenti in merito:

CSIA S.r.l. – Sicurezza sul Lavoro – Torino – Milano