In questi giorni, sempre più frequentemente, si sente parlare di TEST RAPIDI SALIVARI, per questo vogliamo fare un po’ di chiarezza sulle tipologie di accertamento disponibili.

Quali test diagnostici vengono utilizzati oggi in Italia?

Sono di quattro tipi: tamponi molecolari, tamponi antigenici rapidi, test sierologici e, prossimamente, test salivari.

  • Il tampone molecolare rileva il genoma (Rna) del virus nel campione biologico: è la prima scelta, per esempio in caso di sospetto sintomatico, contatto stretto di caso confermato che manifesta sintomi, negli screening degli operatori sanitari, nei soggetti a contatto con persone fragili o per l’ingresso in comunità chiuse;
  • I tamponi antigenici rapidi offrono i vantaggi della velocità e del basso costo, nonostante non siano il gold standard per la diagnosi da COVID-19;
  • I test sierologici mostrano se c’è (o c’è stata) un’esposizione a Sars-CoV-2, ma non sono in grado di confermare se l’infezione è in atto. Per questo, la positività necessita di un test molecolare di controllo.
  • I test rapidi salivari, ancora in fase di sperimentazione e ad oggi non ufficialmente riconosciuti, vengono eseguiti su un campione di saliva, escludendo così il tampone naso-oro-faringeo.

Il test salivare non presenta l’invasività del test sierologico o del tampone e può pertanto essere effettuato facilmente a persone di ogni fascia di età senza l’intervento di personale medico e/o infermieristico.

Tali dispositivi dovranno ovviamente essere marcati CE ed essere autorizzati dal Ministero della Salute tenendo conto del parere dell’Istituto Superiore di Sanità.

Se il test rapido salivare risulta positivo deve essere richiesta la conferma tramite il tampone molecolare.

Quali sono i limiti dei test rapidi?

Possono risultare falsati se, ad esempio, il campione è stato prelevato, trasportato o conservato impropriamente. Per questo, un risultato negativo del test non esclude la possibilità di infezione e, se c’è un sospetto di Covid-19, dovrebbe essere confermato mediante tampone molecolare.

Sarà ovviamente nostra premura fornire informazioni più dettagliate appena i nuovi test rapidi salivari saranno validati.

La CSIA e tutto il suo Staff sono a Vs. completa disposizione per approfondimenti e/o chiarimenti in merito!