In data 26/04/2021 la Regione Piemonte ha pubblicato le seguenti Linee di Indirizzo: “I punti straordinari di vaccinazione anti-SARS-CoV-2 nel territorio regionale: implementazione di nuovi modelli organizzativi in collaborazione con le aziende produttive per accelerare la lotta al COVID-19.”

Per comodità, riassumiamo i punti principali:

1. Principi generali:

La vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19 effettuata nell’ambiente di lavoro rappresenta un’iniziativa di sanità pubblica. Pertanto la responsabilità generale e la supervisione dell’intero processo rimangono in capo al Servizio Sanitario Regionale, per il tramite dell’Azienda Sanitaria di riferimento (ASL), che effettuerà controlli sull’idoneità degli ambienti, sulla correttezza delle procedure adottate per lo svolgimento dell’attività vaccinale e al fine di dare operatività ad eventuali rimodulazioni che potranno rendersi necessarie in considerazione dell’evoluzione dello scenario epidemiologico e delle disposizioni nazionali e regionali.

Seppur il Piano nazionale preveda l’attivazione di punti vaccinali straordinari a fronte di una popolazione lavorativa superiore a 50 operatori, si suggerisce alle Aziende di piccole dimensioni, con il supporto delle Associazioni di categoria, di dare origine ai fini vaccinali, ad aggregazione di Impresa.

Con le Aziende di piccole dimensioni (popolazione lavorativa <50 operatori) che non hanno potuto realizzare un ambito di aggregazione, è possibile valutare la realizzazione delle vaccinazioni con il Medico Competente applicando le modalità di organizzazione previste per i Medici di Medicina Generale.

2. Modalità di adesione:

Le Aziende, singolarmente o in gruppi organizzati per il tramite delle Associazioni di categoria, possono manifestare l’interesse ad aderire alla campagna vaccinale, compilando apposito format.

Il format (Allegato 1 Linee di Indirizzo) debitamente compilato dovrà essere inviato entro il 10/05/2021 a:

  • dirmei@pec.aslcittaditorino.it 
  • Associazione di categoria di riferimento

indicando nell’oggetto “Manifestazione di interesse punti straordinari vaccinazione provincia di …”.

3. Criteri di inclusione e di esclusione alla platea vaccinale:

4. Requisiti strutturali/logistici dei punti vaccinali:

Il punto vaccinale, indipendentemente dalla sua capacità produttiva, deve possedere i seguenti requisiti strutturali/logistici:

  • disporre di una segnaletica appropriata che indirizzi facilmente al punto vaccinale
  • essere facilmente raggiungibile anche con l’utilizzo dei mezzi pubblici
  • disporre di un’ampia zona parcheggio con parcheggi riservati alle persone con disabilità
  • essere privo di barriere architettoniche
  • collocazione ad una distanza compatibile dall’organizzazione sanitaria di riferimento territoriale per consentire l’efficace gestione di eventuali complicanze
  • consentire lo stazionamento in prossimità di un’ambulanza del Soccorso laddove attivata per la gestione di eventuali complicanze
  • disporre di servizi igienici dedicati all’utenza, comprensivi di servizi igienici per disabili, e servizi igienici dedicati all’équipe vaccinale
  • garantire lo stazionamento delle persone in accesso al punto vaccinale senza determinare assembramento e garantendo un corretto distanziamento tra le persone
  • essere facilmente sanitizzabile
  • presenza di distributore automatico di acqua in bottiglie
  • garantire un percorso lineare “one flow” ingresso -> uscita
  • essere compartimentato/compartimentabile secondo un percorso di flusso predefinito, di seguito dettagliato, per garantire la linearità dello svolgimento del processo vaccinale ed impedire l’assembramento delle persone

Esempio non vincolante dell’articolazione strutturale punto vaccinale secondo logica “one-flow” :

5. Requisiti tecnologici dei punti vaccinali:

Il punto vaccinale, indipendentemente dalla sua capacità produttiva, deve possedere i seguenti requisiti tecnologici:

  • zaino per il primo soccorso organizzato secondo le indicazioni fornite dal DIRMEI nella nota protocollo n. 16251 del 16/12/2020
  • defibrillatore semiautomatico (DAE) consigliata la presenza come indicato nelle Linee di Indirizzo DIRMEI del 30/12/2020 “Gestione della reazione avversa acuta (allergica/simil allergica) alla somministrazione di vaccino anti-COVID-19 nelle sedi vaccinali extraospedaliere”
  • PC con collegamento in rete (n. diversificato a seconda delle linee vaccinali presenti)
  • programma SIRVA-Light (Sistema Informativo Regionale per la gestione delle Vaccinazioni) e relative credenziali di accesso
  • stampante
  • fotocopiatrice
  • telefono fisso
  • termometro frontale a infrarossi o a colonna
  • dispenser per igienizzazione mani
  • frigorifero con registrazione continua della temperatura e assicurata continuità elettrica per garantire nel corso della giornata il corretto mantenimento della catena del freddo
  • materiale necessario alla realizzazione del processo vaccinale.

6. Requisiti organizzativi dei punti vaccinali:

Il punto vaccinale, indipendentemente dalla sua capacità produttiva, deve possedere i seguenti requisiti organizzativi:

  • equipe vaccinale composta da:
    • Medico
    • Assistente Sanitario/Infermiere
    • OSS
    • Amministrativo
  • presenza di un regista del flusso vaccinale
  • presenza di un responsabile medico del procedimento vaccinale tra le cui funzioni rappresenta il riferimento per l’accettazione giornaliera dei vaccini e il garante del rispetto della catena del freddo
  • avvenuta formazione dell’équipe vaccinale inerente tutte le fasi del processo vaccinale
  • istruzioni operative DIRMEI (allegato 2, 3, 4)
  • schede tecniche dei vaccini utilizzati consegnate dall’azienda sanitaria di competenza territoriale
  • checklist DIRMEI (allegato 5)
  • istruzioni operative DIRMEI (allegato 6 e 7)
  • istruzioni operative DIRMEI (allegato 8).

7. Modalità consegna vaccini:

L’attività di consegna dei vaccini viene svolta dall’Azienda Sanitaria di competenza territoriale.

8. Richiesta credenziali accesso a SIRVA-Light:

Sarà cura dell’azienda sanitaria di competenza territoriale richiedere l’attivazione delle credenziali al CSI Piemonte.

9. Modalità di prenotazione della somministrazione del vaccino:

Le modalità di prenotazione alla campagna vaccinale verranno definite a breve da CSI Piemonte.

10. Raccomandazioni per la sanificazione dei locali:

Si precisa che le attività di pulizia e sanificazione degli ambienti devono essere effettuate giornalmente al termine dell’attività vaccinale.

La CSIA e tutto il suo Staff sono a Vs. completa disposizione per approfondimenti e/o chiarimenti in merito!